Fratelli Maristi di Giugliano - quasi una cronaca - a.s. 2004-05

raccogliamo in questa pagina i trafiletti e le notizie più rilevanti della nostra vita scolastica. E non solo!
settembre/ottobre novembre dicembre gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio/giugno

anno nuovo inizio nuovo


settembre 2004
15 settembre:
si riparte, le porte della scuola si riaprono e gli alunni iniziano questo nuovo anno.
Ci sono alcune novità cje riguardano i Fratelli Maristi, salutiamo il direttore fr. Antonio che dopo numerosi anni di impegno qui a Giugliano è stato chiamato dai superiori a prestare la sua attività presso la scuola marista di Taormina e accogliamo il nuovo responsabile dell'opera educativa, fr. Giorgio, reduce da un periodo di aggiornamento in Spagna e fresco fresco di Amazzonia, dove ha passato questi ultimi mesi estivi.


casapesennaSabato 9 ottobre - ecco il reportage fotogragifo del nostro pellegrinaggio al santuario mariano di Casapesenna. Con questo gesto abbiamo iniziato insieme il nostro Anno Vocazionale Marista. La parola alle immagini (foto di Mimmo, fr. Pietro e fr. Giorgio, grazie a tutti per ... lo spettacolo!)


19 ottobre. In occasione del lavoro che le classi seconde stanno svolgendo sul tema della solidarietà, sono intervenuti nelle classi alcuni volontari e personaggi che hanno dedicato concretamente un po' del loro tempo a questo ambito.maresciallo Capriello
Dopo i volontari che si sono recati nella scorsa estate a dare una mano ai bambini della Romania (gruppo Acuma-Elpis) oggi è stata la volta del luogotenente Felice Capriello, il papà di Maddalena (2mA) che ci ha parlato della sua esperienza nel Kosovo come membro del contingente di pace italiano.
La situazione descritta non è certo gradevole, sapere che ragazzi come noi vivono in quelle condizioni non ci può lasciare indifferenti...

sabato 23 ottobre: Benissimo, abbiamo appena finito di spazzare i cortili, sistemare tutto il materiale, i cartelloni, le attrezzatture. Che fatica ma... che spettacolo! E soprattutto... che festa abbiamo realizzato tutti insieme!
La Castagnata 2004, edizione n. 13 di questa bella iniziativa targata solidarietà, si è conclusa con la soddisfazione generale di tutti quanti.
castagnata 2004Il pomeriggio si è subito avviato con gli attesissimi giochi tra le classi della scuola media. Le gare hanno messo in mostra la grande ... sportività e il fair-play (insomma, studiate inglese o no?); i risultati non sono stati pubblicati sul tabellone elettronico perché le castagne rivendicavano il loro ruolo di primo piano.
 Tra castagne, hamburger, bibite, panini, danze, karaoke, canti e proiezione di foto... il resto della serata ci ha lasciato negli occhi e nel cuore un ricordo intenso: anche in questo modo il gesto della nostra partecipazione servirà a rendere meno difficile la vita di altre persone. Il ricavato della nostra solidarietà, come è stato ripetuto anche nel corso della serata, verrà utilizzato per aiutare le missioni dei fratelli maristi nelle zone dell'Africa Ovest (Costa d'Avorio, Camerun...). Dai primi conti il risultato è più che lusinghiero, oltre 1500 euro di ricavato. Ancora un caloroso GRAZIE a tutti quanti,


museo di Capodimonte
martedì  26 ottobre: le terze medie si sono recate in visita culturale al Museo di Capodimonte per quello che sarà sicuramente l'evento artistico più significativo della stagione: la mostra delle opere dell'ultimo periodo di Caravaggio. Ogni classe ha percorso l'itinerario finale di questo tormentato artista con l'aiuto di una guida specializzata. La cornice fastosa del museo ha fatto il resto. Qualcuno voleva fermarsi per il ricevimento in stile regale che gli inservienti stavano allestendo nello splendido salone delle feste... Cosa non si farebbe per la cultura!


novembre 2004le mele annurche

il mese di novembre è iniziato con una pausa importante: la festa di Tutti i Santi e la ricorrenza del 2 novembre. Si tratta di appuntamenti significativi per tutta la comunità cristiana. A Giugliano era anche l'occasione per il primo festival della mela annurca. Peccato che il web non abbia ancora il sapore! Accontentiamoci della foto...
Intanto ricordiamo che da mercoledì 3 novembre il gruppo di amici della Comunità di Sant'Egidio sta organizzando una preghiera per la pace presso la cappella del nostro istituto. Avrà luogo ogni 2 mercoledì, alle ore 18. a preghiera è aperta a tutti coloro che lo desiderano.
Infine cominciando da venerdì 5 e per tutto il resto di quest'anno 2004-05, nella cappella dell'Istituto si celebrerà ogni venerdì una s. messa aperta a tutti, alle ore 17.30. E' una proposta della comunità marista per condividere insieme una celebrazione più partecipata, in questo anno dedicato in modo speciale all'eucarestia.

L'Avis fa buon sangue

donazione di sangue7 novembre: Ormai sono quasi 20 anni che i vampir... pardon, i medici dell'Ospedale Santobono di Napoli vengono presso il nostro istituto per una raccolta periodica di sangue da destinare quasi in esclusiva a bambini affetti da leucemia. L'appuntamento con l'AVIS è ormai una tradizione che si ripete con fedeltà e un pizzico di coraggio. Domenica mattina i dottori hanno allestito nella sala dell'ingresso il centro di raccolta e con fiducia hanno accolto i donatori. Dopo un primo avvio titubante, complice il maltempo, il timore si è subito dissolto e il dottor Guido Russo ha potuto, a fine mattinata, completare le statistiche: 57 flaconi, quasi un record! Un grazie "di cuore" a tutti.

un'estate speciale

18 novembre - Non meravigliatevi della foto; magliette estive, aria di relax... Solo adesso abbiamo sistemato le foto del campo che i ragazzi del gruppo Elpis hanno vissuto durante la scorsa estate. Come molti sapranno alcuni di loro (e molti di voi riconosceranno qualche animatore, qualche catechista...) si sono recati in Romania, dove i Fratelli Maristi sono impegnati da tempo a servizio dei ragazzi più trascurati. Dalla collaborazione con i vari gruppi maristi d'Italia è nata persino una associazione, che da poco ha persino il suo bel sito internet. Acuma (chiedete ai vostri animatori che cosa significhi!). Allora, cosa aspettate per andare a riconoscere quanti dei vostri catechisti sono mescolati ai bambini di queste foto?


pellegrinaggio a RoccamonfinaSabato 20 novembre:
Uno splendido pomeriggio di fresco, di aria e di spirito... Dopo il nostro pellegrinaggio con la scuola (9 ottobre) abbiamo pensato di vivere questo momento anche con gli altri gruppi che nella nostra scuola operano, giocano, si riuniscono.
Così, per questo speciale anno vocazionale marista, ci siamo ritrovati in tanti, sabato pomeriggio. E pensare che all'inizio qualcuno pensava che forse sarebbero bastate un paio di macchine!
Invece abbiamo riempito i due pullman con tanta gente, dai 14 anni in su. Ragazzi del biennio e del triennio, gruppo Elpis, gruppo dello scambio sulla Parola di Vita. Un centianio di persone disposte a celebrare un gesto di impegno e di raccoglimento. Ci hanno dato una grossa mano i fratelli Marco e Pencho per organizzare le cose e padre Daniele, che a conclusione della giornata ha celebrato la messa conclusiva...
Per chi non ha potuto partecipare e per chi vuole rivedersi, ecco la pagina delle foto



visita ai castelli di NapoliMercoledì 24 novembre
Oggi le seconde medie hanno lasciato respirare un po' le aule. Di buon mattino, invece di salire per le antiche scale, le 3 classi sono partite alla volta di Napoli per la visita culturale dei due castelli più rappresentativi di Napoli. Il Castel dell'Ovo, con le sue mura e i suoi spalti ben forniti di cannoni e colubrine e poi il Maschio Angioino, che tra l'altro serve attualmente anche come sede del Consiglio Comunale di Napoli. Magari non tutti sono riusciti a cogliere per intero le spiegazioni della prof. di Arte, sicuramente resterà lo spettacolo di questi monumenti così particolari e interessanti.

reggiaDopo le visite delle seconde, venerdì 26 è toccato alle terze medie uscire di scuola per una splendida visita culturale alla Reggia di Caserta. Con la complicità di un cielo stupendo e di una temperatura mite, dopo aver visitato qualcuna delle 1200 stanze della reale costruzione del Vanvitelli (diciamo pure la verità, persino le guide sono state soddisfatte del nostro ascolto, nonostante le chiacchiere dei custodi... e i rumori per l'allestimento di una mostra), ci siamo avventurati nel parco, avendo come meta la vasca grande della via d'acqua centrale. Giungere fino alle cascate che si intravvedono sullo sfondo sarebbe stato troppo lungo. Certo però che una volta i sovrani avevano un gusto e una possibilità che ci lasciano ancora oggi senza parole. Noi ci siamo accontentati di una fresca passeggiata nel verde... tra un cane che ci scortava e una flotta di pesci invitanti.
Per non dimenticarci tutto abbiamo scelto qualcuna delle foto di queste due gite....

fr. SaverioUn testimone d'eccezione.

Dal 26 novembre fino a lunedì 29 è rimasto con noi il fratello marista Saverio Gallo, spagnolo di Burgos e direttore della scuola marista di Cartagena (volete darle un'occhiata? cliccate qui). Ha incontrato tutte le classi, delle medie e delle elementari (tranne i piccolini di prima e seconda) parlandoci della situazione della Costa d'Avorio e delle altre zone africane che ricadono sotto la responsabilità e la cura della nostra Provincia Marista Mediterranea.
Con lui abbiamo approfondito i tanti problemi di questa parte dell'Africa, dall'instabilità politica ai problemi di alimentazione. abbiamo visto le scuole mariste, gli alunni, i paesaggi e le case dei nostri "fratelli" africani, Così abbiamo conosciuto meglio dove andranno a finire ii nostri aiuti (le raccolte di ottobre, della castagnata, della festa del dolce che sta arrivando...). Ci siamo sentiti anche un po' toccati sul vivo quando ci parlava di come vanno a scuola i nostri compagni, delle loro condizioni, del poco cibo, dell'impegno che mettono nello studio...
Interessante anche l'incontro con gli insegnanti e i giovani del gruppo Elpis, svoltosi venerdì sera e conclusosi convivialmente a cena. Un grazie caloroso a fr. Saverio e tanti auguri per il suo lavoro, quello passato e quello che ancora lo vedrà protagonista.


ritiro a NolaDomenica 28 i ragazzi di terza media, con fr.Pietro e tutti gli animatori dei gruppi di catechismo, si sono recati presso il seminario di Nola per una giornata di ritiro. Comincia l'avvento, le strade sono già infarcite di alberi di Natale, luci e renne (!), le vetrine si riempiono di negozi e... spesso ci ritroviamo a vivere questi momenti al traino della pubblicità, della tv, delle emozioni del momento. Riflettere sul cammino verso la cresima, sulla necessità di "maturare" come persone è un gesto importante. Poi la giornata, gli ampi spazi, la disponibilità degli animatori, la celebrazione del pomeriggio... ci hanno anche aiutato a passare una giornata insieme tra amici.



presepi in cantiere
8 dicembre, sono "solo" 150 anni che festeggiamo la festa dell'Immacolata (istituita dal papa Pio IX), ottima occasione per celebrare insieme questa festa specialissima per tutti noi maristi.
Intanto inizia a farsi sentire il clima natalizio. Giugliano ha offerto al pubblico il lavoro dei suoi artigiani, esposti in piazza della Nunziata. Con fr. Marino siamo andati a curiosare per prendere idee e confrontarci con quello che, lentamente, sta spuntando in gran segreto. Certo che ci vorrebbe qualche altro alunno di "miglior buona volontà" per arricchire il nostro presepio, che inizierà a comparire solo dopo la festa del dolce... vediamo se qualcuno si impegna.

sabato 11 - Festa del DOLCE

Cronaca della mattinata:festa del dolce

Da diversi giorni l'ingresso della scuola è tutto un cantiere, tavoli che vanno e vengono, angioletti che spuntano dal ciel... o meglio, dal soffitto, maestre inghirlandate di addobbi natalizi e poi, proprio questa mattina, un andirivieni di mamme nonne e zie con vassoi di torte golose da gettare nel panico un reparto di diabetici. Nel frattempo gli alunni delle medie, che sanno dare meglio i numeri, hanno iniziato a raccogliere i biglietti della lotteria, piegato i foglietti, sistemato i cartelloni nel porticato...
Alla ricreazione è scattata l'operazione "fetta di torta" e dal lavorare di mascelle e scambio di complimenti sembrava che non ci fosse quasi nessuno in giro. Si sentivano solo i rumori di fr. Angelo che preparava il porticato per la festa della sera e le prove tecniche di Massimo, il nostro elettricista dj che ci allietava con i canti di Natale..

Alla fine della festa:

ore 21: Ora che anche il biglietto vincente della lotteria è stato estratto e la gente comincia a sciamare verso casa si possono iniziare a tirare le somme di questa bella giornata; certo, ci sono i locali da sistemare, le torte avanzate (poche)  da mettere in frigo per domani, i regali non ritirati da sistemare. Ma resta la certezza di aver vissuto tutti, insegnanti bambini e famiglie, una giornata condivisa più del solito. Complice l'aria di festa, il Natale vicino..., sapere che il nostro gesto generoso servirà per fare qualcosa di concreto in zone dove la vita è veramente difficile ci sembra qualcosa di più che aver vissuto un semplice pomeriggio allegro.

Un grazie quindi a tutti quelli che hanno collaborato alla buona riuscita. Come promesso elenchiamo i biglietti e i premi che non sono ancora stati ritirati, ricordando che si possono venire a prendere da lunedì 13 fino al 22 dicembre.

E per farvi venire almeno l'acquolina in bocca, ecco anche le foto!!!


l'albero di natale preparato dalla 3mBMartedì 14
La tradizione vuole che l'albero di Natale sia pronto prima della novena, e a giudicare dai risultati siamo riusciti a rispettarla in pieno. Così una solerte terza media B, coniugando arte e tradizione. è riuscita a preparare, insieme alla prof. Itto, anche questo simbolo significativo.

Non siamo proprio un paese nordico, ma i simboli hanno sempre qualcosa di importante da comunicare e da trasmetterci. L'albero della luce, la natura che cresce e porta vita ci aiutano a cogliere del natale anche questo aspetto.
Così ogni mattina, fino al 22, entrando nell'atrio della scuola gli occhi e il cuore potranno cominciare a sintonizzarsi su questa festa ormai immininente.





19, domenica  4 e ultima di Avventoil coretto delle seconde

Ormai  i preparativi per la festa di Natale iniziano a farsi impetuosi, prove di canto in cappella (ecco il coretto delle seconde elementari all'opera, peccato non possiate ancora sentirli, l'appuntamento è per mercoledì 22), la Novena di Natale che ha preso il via (siete tutti invitati alle ore 17.30 di ogni giorno, fino al 24, nella cappella dell'Istituto), addobbi nelle varie classi e soprattutto il presepio che sta ormai facendo bella mostra di sè nel porticato.
Le pecorelle sono già al loro posto, i pastori stanno arrivando, persino i pesci stanno nuotando allegramente....  nell'attesa della notte santa.

la redazione di quintalunedì 20 ... scuola a più non posso...

Ormai l'aria di Natale si taglia col coltello. Ci manca solo il panettone, ma tra non  molto arriverà anche quello. Questa mattina le terze medie hanno vissuto il loro momento di preparazione e riflessione in chiesa, aiutati da un asinello e un bue che si sono rivelati più saggi di molti altri animali a due gambe e cellulare in tasca!
Passando nelle classi si notano gli addobbi e i preparativi (in una classe abbiamo persino trovato i pantaloni di Babbo Natale stesi ad asciugare... chissà! Indagheremo!)
Ma chi non si lascia sfuggire nemmeno una notizia è la redazione della 5 elementare B, che sta terminando il suo lavoro sul quotidiano. Ecco una delle equipe di giornalisti all'opera ..


martedì 22 - inizio delle vacanze di Natale

concerto di Natale delle 2 elementariQuesta mattina si sono concluse le lezioni per dare inizio alle vacanze di Natale. Le prime medie hanno vissuto il loro momento di preghiera e riflessione sul Natale, subito seguiti da tutti gli alunni della scuola elementare.
Ci vuole un po' di tempo per sistemarli tutte e 300 nei grandi banchi della cappella, ma ne vale la pena, soprattutto per prepararci bene ad una festa così importante.
Dopo la ricreazione è stata la volta per i bambini di seconda elementare, A e B, di mostrare alle famiglie la rappresentazione di Natale, tra la commozione delle mamme, zie e nonne, i flash dei fotografi e l'emozione dei canti..
Nel pomeriggio, dopo l'appuntamento con la Novena, tutti gli insegnanti delle medie e delle elementari si sono riuniti per un  momento di riflessione sul Natale, che ci ha portato dall'Ecuador alla Palestina, passando dalla terra dei Magi e terminando, come d'obbligo, a Betlemme. E molto concretamente, alla fine del momento di preghiera, ci siamo raccolti davanti al presepio, con le candele accese, per ricordarci ancora una volta che il Natale deve trovarci attenti, accoglienti e grondanti di speranza. Al termine una cena conviviale per sentirci famiglia, tutti insieme.


Vacanze di Natale

buon NataleIn questi giorni di meritato riposo, anche se la scuola rimane chiusa, vi invitiamo tutti a visitare ... il nostro presepe (come fare? semplice, basta cliccare qui).
Un grazie specialissimo all'artista, fr. Marino (nemmeno lui immaginava che sarebbe diventato così bello!) e ai tanti collaboratori: la famiglia Camerlingo (Franco, Mimma, Vincenzo), gli alunni che hanno costruito le case, Massimo Abate e la consorte Mariateresa che hanno procurato il muschio da... Formia; Antonio Speranza e la moglie Rossella (luci e infissi!). Per non parlare dei gatti e dei piccioni che hanno aggiunto quel tocco "nature" che farebbe tanto piacere a san Francesco...


serata di lunedì 27

Complimenti vivissimi al coro Peter's Gospel Choir  che ha entusiasmato il folto pubblico riunitosi nella nostra cappella per il Concerto di Natale, organizzato dal gruppo Elpis e Acuma, a sostegno delle attività in Romania.
Ma lasciamo la parola al nostro cronista d'eccezione, Michele Ciccarelli.
concerto gospel
Ore 20'25, nonostante sugli inviti per il concerto ci sia scritto "inizio ore 20'30", in chiesa la gente è davvero poco e gli elementi del Peter's Gospel Choir sono ancora lì, "in abiti civili," tentando di sopperire, con un estenuante sound check, alla acustica della nostra cappella poco congeniale ad un concerto.
Fuori c'è anche Noè che parcheggia la sua arca tanto dall'acqua che sta venendo giù! Insomma il timore di "fare flop" è davvero tanta!
Ma a volte la paura va via così com'è venuta, in punta di piedi, e vedi che la chiesa comincia a riempirsi, come ormai non speravi più, che l'acustaca scende a compromessi con le necessità del coro e che la pioggia diventa suggestivo sottofondo ai canti gospel e natalizi!
Quella del 27 è stata una serata speciale, nel frattempo, parte del Gruppo ACUMA arrivava a Bucarest per il campo invernale.Condividere le esperienze e "farsi portavoce" di quello che spesso solo pochi dicono e denunciano è fondamentale mentre in testa già c'è il campo dell'estate 2005 perchè "non dimenticare è un promessa, tesimoniare è un dovere, ritornare è un piacere"
 

la nostra scuolaGennaio 2005

Insieme agli auguri per uno splendido nuovo anno riprendiamo il lavoro scolastico con rinnovato impegno.
Nonostante qualche banco vuoto nei giorni 7 e 8, con la nuova settimana le classi e i cortili sono tornati al loro numeroso e frenetico movimento.
Stiamo completando la raccolta dei dati relativi al traffico generato dalla nostra scuola e prossimamente comunicheremo su queste pagine i risultati e qualche considerazione.
Un pensiero e una preghiera vanno doverosamente alle tantissime vittime del tragico evento del 26 dicembre. I Fratelli Maristi hanno diverse scuole nelle zone interessate dal maremoto, soprattutto nello Sri Lanka, ma dalle notizie ricevute dal nostro Consiglio Generale non ci sono state distruzioni o particolari danni, anche se tutte le persone sono coinvolte e segnate tragicamente dagli eventi.


il provinciale in Africa15 gennaio 2005

Ormai il lavoro scolastico prosegue a gonfie vele. Tra una settimana inizierà anche l'attività formativa per la prima media... intanto proseguono gli incontri con i genitori delle elementari...  per non parlare delle schede di fine mese, vero ragazzi?
Volevamo innanzitutto comunicare a tutti quanti voi, alunni e genitori, il risultato delle varie iniziative per la solidarietà che abbiamo realizzato nel nostro Istituto dall'inizio dell'anno scolastico; lo facciamo adesso non per colmare una svista, ma perché proprio nelle vacanze di Natale abbiamo consegnato direttamente il ricavato delle varie raccolte a fr. Paolo, il nostro vice-provinciale, che si occuperà direttamente della buona destinazione di queste risorse. Vogliamo veramente che nulla vada disperso...
Nel mese missionario di ottobre la scuola ha complessivamente raccolto
Per un totale di 9.000,00 euro di solidarietà.  Veramente un cuore grande. Grazie a tutti!
Come avevamo indicato, tutte queste offerte saranno destinate al progetto che i Fratelli Maristi stanno realizzando in alcuni paesi dell'Africa Ovest. In particolare per la realizzazione di una scuola a Bafouth (in Cameroun). Vi terremo informati, visto che fr. Manuel, il provinciale della zona Mediterranea, si è recato proprio da quelle parti poche settimane fa (le vedete nella foto!)



i sabati delle prime medie22 gennaio: Sembra quasi che i cortili vuoti e silenziosi diano un senso di fastidio ai fratelli e agli animatori, così,. a partire da sabato 22 anche il sabato si è riempito di voci, volti e attività. In edizione speciale per la sola prima media. Fino alla scorsa settimana il pomeriggio del sabato era dedicato alle prove dei canti, con il coretto e i musicisti, e al gioco libero per i ragazzi del quartiere.
Da quest'oggi invece il sabato sarà dedicato agli alunni di prima media che desiderano iniziare un cammno di impegno, di crescita umana e spirituale, di amicizia. E' il primo passo in vista della preparazione alla cresima che inizierà in modo più specifico nel prossimo anno.
Cosa si fa il sabato? si inizia con un momento di gioco organizzato dagli animatori, con giochi di squadra, bans, piccoli tornei... si procede poi con un momento di approfondimento biblico, ripercorrendo le splendide pagine dell'Antico Testamento che ci raccontano la storia di un popolo fatto di persone in carne ed ossa, con i limiti e le grandezze di ciascuno. Si conclude con un momento di celebrazione e di canto in chiesa (perché chi canta... prega due volte!). L'incontro fnisce alle 16.
Il primo giorno, sabato 22, è stato ovviamente di rodaggio, c'erano più di 80 ragazzi e un folto numero di animatori. Auguri di buon cammino.

26 gennaio - un mese dopo lo tsunami

operazione TsunamiI Fratelli Maristi lanciano la campagna di solidarietà  “TSUNAMI”. Ad un mese esatto dal disastro del maremoto nel Sud-est asiatico, tutta la Provincia Marista Mediterranea, che comprende scuole e comunità educative di Italia, Spagna e Siria-Libano, si unisce per ricordare nella preghiera le vittime del maremoto e quanti lottano attualmente per tornare a vivere una vita dignitosa. Nelle zone colpite dal maremoto i maristi sono presenti con diverse scuole e sanno molto bene che le difficoltà maggiori si incontreranno proprio adesso, quando l'attenzione dei mass-media comincia a calare e la notizia, quasi, non fa più notizia. Ma la vita deve ricominciare e soprattutto i bambini devono sperare in un futuro migliore.
Per questo, con tutte le realtà educative del nostro Istituto, il 26 gennaio abbiamo ricordato, con una semplice celebrazione nella cappella dell’’Istituto, le popolazioni colpite dalla sciagura.
Il nostro Superiore Generale ha scritto una lettera che è stata anche consegnata a tutti gli alunni alla fine della celebrazione, mentre il BIS, l'organismo di solidarietà dei Fratelli Maristi, ha predisposto un progetto per interventi concreti; anche noi siamo invitati a rinnovare il nostro impegno. Non chiederemo offerte in questa occasione, ma chi lo desidera potrà effettuarle direttamente, utilizzando il C/C postale n.  81286007, indicando nella causale:  Campagna solidarietà Tsunami.


Febbraio 2005

1 febbraio: Con i giorni della merla arriva anche l'influenza...

neve sul VesuvioSvegliarsi al mattino di una splendida giornata di sole e vedere il Vesuvio ricoperto di neve è un po' come ammirare una cartolina d'altri luoghi. Trentino, Alpi, Valtellina... Niente di tutto questo, gli esperti ci ricordano che i "giorni della merla", cioé il più freddo periodo dell'anno, sono arrivati. E con le temperature basse è arrivata anche l'influenza. Ma per il momento ne hanno risentito solo i piccolini delle elementari. Classi decimate, maestre che non riescono a fare le file per due (!) per mancanza di ... bambini, cortili quasi silenziosi! Il record lo abbiamo raggiunto sabato, con oltre 50 alunni ammalati. Speriamo che i "più robusti" delle medie non prendano questo esempio, superando persino qualche professore che si è invece lasciato "sedurre" dalla febbre, con la scusa che anche il Papa ha dovuto sospendere alcuni impegni perché colpito pure lui dall'influenza...  Intanto il lavoro prosegue, alle medie stanno arrivando le schede del primo quadrimestre e in sala computer fervono le attività per renderla ancora più utilizzabile e funzionale.

10 febbraio: parte il 2° quadrimestre - inizia la quaresima, ricordiamo fatti e persone...

Più la storia va avanti e più la memoria ha bisogno di esercitarsi. Il 10 febbraio è un ulteriore tassello per "ricordare" pagine recenti della nostra storia che hanno lasciato una traccia, se non una ferita, profonda. Eppure se chiedi agli alunni di terza media che cosa sono le foibe... di mani alzate ne vedi a malapena un paio, persino chi ha visto la fiction su Rai1 fatica a collegare il film alla realtà.
Il 16 febbraio i Maristi di Giugliano ricorderanno una persona che proprio in questa località ha dato un esempio di coraggio e di solidarietà a dir poco eccezionali.
Prima di svelare altri dettagli (anche se molti avranno già compreso di chi stiamo parlando...) continuiamo dicendo che questo ricordo lo inseriremo nel contesto di una settimana altrettanto speciale: la settimana vocazionale.
Ma una cosa alla volta, anche perché sappiamo che i ragazzi delle medie e i loro genitori sono alle prese con la scheda del 1° quadrimestre e anche i bambini delle elementari sono in 'zona pagelle'. Insomma, a metà anno scolastico è importante fare il punto della situazione per riprendere o continuare la rotta nel migliore dei modi.


premiazione torneo di calcioDomenica 13 febbraio: apri i tuoi cortili...

Mentre stiamo rinfrescando un po' la memoria per la giornata del 16 marzo (inutile chiederlo, la festa del 14 è un po' troppo impegnativa per i nostri alunni, intendiamo ovviamente quella di Cirillo e Metodio, patroni d'Europa, non quella sponsorizzata dalla baciperugina & dintorni per san Valentino...) volevamo farvi conoscere un'altra bella  iniziativa. Conoscendo .la situazione "logistica" di Giugliano, da diverso tempo i Fratelli hanno pensato di aprire i cortili della scuola perché i ragazzi del nostro quartiere possano trovare uno spazio per potersi divertire in modo sereno, almeno di domenica, quando la scuola si prende un po' di sosta.
E così, grazie all'impegno di alcuni ragazzi dell'Elpis, Gianluca e Pasquale, arbitri dal fischietto inflessibile, è stato organizzato un torneo di calcio con i ragazzi del nostro quartiere. Le partite sono iniizate lo scorso autunno e finalmente oggi abbiamo potuto premiare i vincitori. Una splendida (e Gianluca direbbe anche "lucidissima") coppa per i tre primi classificati, e poi anche la medaglia al miglior marcatore e soprattutto al "miglior" giocatore, perché il fair-play e il rispetto per gli altri sono le tattiche vincenti.
Domenica mattina, dopo la messa, c'è stata la premiazione e... la notizia che, visti i risultati, a marzo inizierà il prossimo campionato.
Un "grazie" ai due organizzatori ci voleva, ma pensiamo che la foto sul sito sia una sorpresa per tutti quanti. Ci risentiamo al prossimo ... fischio!

16 febbraio - un mercoledì per ricordare...

Ecco svelate le medaglie della foto precedente... (e complimenti ai primi 3 che hanno segnalato il personaggio).
 Oggi i Fratelli Maristi ricordano l'anniversario di fr. Pietro Cannone, che fu direttore dell'Istituto durante la 2a guerra mondiale e fu protagonista, in quei difficili giorni di rappresaglia, di un gesto coraggioso.
fr. Pietro CannoneIntendiamo recuperarne la figura e l'esempio, perché i modelli positivi ci sembrano oggi il miglior discorso da offrire ai ragazzi. Stiamo anche raccogliendo su queste stesse pagine materiali, documentazione e quant'altro ci possa aiutare per completare la conoscenza della sua figura e del suo gesto. Chi conoscesse documenti, recensioni, immagini e potesse segnalarcelo, ci farebbe un grande piacere. Qui di seguito trascriviamo una "chicca" preziosa, la relazione conservata negli annali dell'Istituto di quei giorni sofferti.
1 ottobre 1943 - Tutta la cittadina terrorizzata si rinchiuse nelle case. Per più giorni non si poté aver pane. Al mattino del primo ottobre, il Fr. Pietro Cannone, che si era fermato con la comunità di Giugliano, volle uscire almeno per un momento allo scopo di cercare un po’ di pane. Trovò le vie assolutamente deserte e la panetteria chiusa. Mentre tornava a casa, una sentinella tedesca lo ferma e lo trattiene in arresto. Il fratello tenta di spiegarsi, non ottiene nulla. Poco dopo giungono altri “rastrellati” (trenta ne richiedeva la rappresaglia!):si raccomandano al Fratello perché spieghi lui, li difenda, interceda, scongiuri… Il Fratello tenta ogni via: succedono scene da intenerire i sassi, senza ottenere nulla. Finalmente dopo infinite insistenze e impegnandosi in tutti i modi per farsi capire, il Fr. Pietro riuscì ad ottenere di poter almeno trasportare al cimitero le salme dei tredici fucilati la sera innanzi, tuttora giacenti sulla piazza inzuppati dalla pioggia della notte e dal loro sangue. Lo doveva aiutare un compagno col suo carrettino a mano necessario per il trasporto. Era un padre di famiglia in condizioni pietosissime che il Fratello avrebbe voluto, se possibile, mettere con sé in libertà. Attendevano a quell’opera pietosissima, allorché i tedeschi ricevettero l’ordine di abbandonare immediatamente la città: i bombardamenti degli alleati tuonavano prepotentemente vicini. I nostri seppellitori e così pure i loro compagni di retata, che avevano già visto vicina una fine non diversa da quella dei tredici della sera precedente, si videro inaspettatamente liberi. Erano le quattordici del pomeriggio. Ognuno immagini l’ansietà con cui, nell’orfanatrofio, i Confratelli aspettarono il ritorno del Fratel Pietro e l’angosciosa trepidazione delle famiglie di quelli ostaggi…


Anticipiamo già che gli alunni del Fratel Pietro ottennero più tardi all’antico loro Direttore, per il valore mostrato in quella vicenda, la medaglia d’oro al valor civile.


le prime medie - sabato pomeriggio20 febbraio - cortili affollati...

Si direbbe che quest'anno l'inverno voglia passare... la primavera da noi, ma nonostante tutto le attività se ne fanno quasi un baffo di questo freddo che ancora si fa sentire e della pioggia che sembra fatta apposta per bloccare i cortili. Infatti sabato 19 i ragazzi di prima media hanno vissuto il loro pomeriggio come sempre, anzi, meglio. Un nutrito gruppo di animatori (sono quasi una quindicina!) si sono dati da fare per i vari momenti di gioco, i bans, i tornei di palla prigioniera e 2 bandiere... Se non ci credete potete guardarli nel pieno delle loro attività... sapendo che ci sono anche i momenti di riflessione e di canto, che completano questo pomeriggio formativo.
Hanno poi chiuso la settimana i ragazzi di terza media, con il loro ritiro presso il santuario di Casapesenna, in vista della Cresima.
Naturalmente continua il nostro lavoro di ricerca per quanto riguarda le informazioni su fr. Pietro Cannone, anzi, in questa settimana avremo anche modo di "alzare il tiro" per coinvolgere un numero maggiore di persone.


Marzo - la spia venuta dal freddo

ricordando il campo estivo...le idi di Marzo - la "spia" venuta dal freddo

Brrr... chi l'avrebbe mai detto che a pochi giorni dalla primavera ci saremmo trovati ancora a fare i conti con i venti polari e le temperature degne di un pinguino? Pochi giorni fa ci siamo persino ritrovati con i cortili infarinati di nevischio e il termometro a sfiorare lo zero! Per non parlare della pioggia, delle strade allagate e delle ricreazioni forzatamente giocate tra i pilastri e sotto il porticato!

Così abbiamo pensato bene, tanto per anticipare la bella stagione, di far contenti quei freddolosi di terza media che si aspettavano da un sacco di tempo le loro splendide (?) foto del campo estivo a S.Pietro Avellana (in Molise, a pochi passi da Isernia), condite dagli immancabili gavettoni, i costumini da mare, gli animatori in short, insomma: un tripudio di caldo, sole e sudore... a spasso per i monti e le colline del molisano.

Speriamo che almeno così vi arrivi un po' di tepore!
Per ammirare tanta grazia cliccate qui (o sulla pagina delle foto!)


Marzo - a pochi passi dalla settimana santa...

catechesi delle terze medie14 - Qualche mimosa resiste ancora nel suo bel vasetto o appiccicata ai vetri delle classi (incredibile, vero? ci sono ancora i direttori didattici che, con un tocco di finezza, sottolineano questa ricorrenza!), anche se per la par-condicio dovremmo fare loro (e a tutti quanti) gli auguri tutti i giorni, non solo l'8 marzo...  Insomma: un buongiorno come si deve.
E finalmente le giornate "buone" cominciano ad arrivare, il freddo si va mitigando e l'aria di primavera inizia a fare capolino. Tra pochi giorni saremo in piena settimana santa, fervono così i tanti preparativi per gli appuntamenti importanti dei prossimi giorni: le cresime, le comunioni...
Si moltiplicano anche i preparativi, soprattutto dei più grandi, i ragazzi e le ragazze di terza media, che insieme ai catechisti stanno percorrendo gli ultimi tratti del cammino di preparazione, durato quasi 3 anni.
Ogni martedì i cortili pullulano di ragazzi che si fermano per gli incontri di catechesi, in quest'ultimo periodo si pensa già alle prove di canto, alla celebrazione, al nuovo impegno che si sta per ricevere. Fr. Pietro non si stanca di ricordarcelo: che la cresima più che un traguardo è un nastro di partenza, più che un "premio" è un impegno. E' proprio quello che hanno raccontato ai ragazzi i vari testimoni coinvolti nella preparazione, dalla suora alla mamma di famiglia, da don Raf ai catechisti.


Abbiamo una piccola novità per il sito - è disponibile una pagina dalla quale mandare messaggi per comunicare con i vari responsabili o professori; e questo anche per chi NON dispone di un indirizzo di posta elettronica (come è il caso della maggioranza degli alunni). Basta indicare il destinatario desiderato e compilare i campi richiesti. Potete accedervi da questo modulo.

l'antro della Sibilla cumanamartedì 15 - finalmente inizia la stagione delle gite...
 Con la fine dell'inverno e l'arrivo delle prime belle giornate, anche la classe della prima media (tutti quanti, dalla A... alla C!) si è messa in moto.

La meta per la nostra prima uscita era il sito archeologico di Cuma. Uno dei pochi siti al mondo sul quale non si può cliccare col mouse!
Ma andiamo con ordine: appena scesi dai pulman, dopo un viaggio di mezz'oretta, ci hanno dato una spiegazione generale su Cuma, questa antichissima colonia greca, fondata nel 730 a.C. dai Calcidesi (ce lo stanno confermando 2 testimoni oculari: Claudio & Nadia!), siamo entrati in una specie di ampio corridoio circondato dai resti di fortezze romane, poi ci siamo soffermati sulla crypta romana infine siamo entrati in una galleria che ci ha introdotti nella Via Sacra; abbiamo visto il tempio di Apollo sull'acropoli e qui ci hanno illustrato un po' la storia di questo luogo, di come è iniziato il culto a questa divinità. Abbiamo letto l'iscrizione, in latino, del poeta Virgilio che parla di questi luoghi. Naturalmente abbiamo visitato con attenzione il tempio (anche se rimangono solo alcune parti, qualche colonna...) e ci siamo sguinzagliati per rintracciare la vasca battesimale della basilica cristiana che era stata costruita riutilizzando parti del tempio. Abbiamo percorso la Via Sacra, tutta in salita, e ci siamo fermati nel piazzale dov'era situato il tempio di Giove. Naturalmente siamo poi entrati nell'antro della Sibila, che purtroppo era chiuso per restauri, quindi non abbiamo potuto sentire nessuna voce o profezia :-) Sulla via del ritorno abbiamo contemplato l'arco Felix e il lago d'Averno. Ma se anche voi siete così curiosi, provate a dare un'occhiata alle foto di questa gita.

19 marzo - s. Giuseppe - festa del papà!

Non ci siamo mica dimenticati della festa di quest'oggi. Anzi! festa del papà
Non per niente appena si entra nella nostra scuola si può ammirare una splendida scultura con San Giuseppe protagonista. Quando si parla di educazione i papà non sono mica... personaggi di secondo piano !!!
Proprio per questo gli alunni della quinta B hanno pensato di scrivere la classica letterina ma di condirla con un tocco di fantasia e una spruzzatina di "hi-tech", se non altro per evitare le lungaggini della posta. Così tutti i papà la possono leggere in diretta sul proprio schermo. Ma lasciamo la parola agli alunni:

"Siccome in classe stiamo lavorando sul tema del giornale abbiamo pensato di scrivere una speciale edizione per la festa del papà. Ogni bambino della classe 5eB ha inventato una "testata" (ad esempio Il corriere del Papà, Papà Sera, New Papà Time...) e ha dedicato l'articolo di prima pagina alla storia di un bambino che vive nella famosa città di Paparopoli (in provincia di Fantasia, naturalmente) e che vorrebbe passare più tempo con il suo papà, non restare sempre parcheggiato davanti alla tv; così propone al suo papà alcune condizioni (le famose promesse non sono più di moda): passare più tempo insieme, qualche gioco in comune, qualche sorriso in più (perché un sorriso costa meno dell'elettricità e fa anche più luce!).
Vi potete gustare la prima pagina di questa "edizione speciale" dedicata al papà

Per concludere la mattinata, alle ore 12, in cappella, c'è stata la consegna dei vangeli agli alunni delle terze elementari, abbiamo scelto questo momento proprio perché qualche papà, conclusa la settimana di lavoro, poteva essere presente per un gesto così significativo.

20 marzo - palme "giovani"

festa delle palmeNon di solo scuola vive il nostro Istituto. Lo sanno bene tutti quelli che la domenica partecipano alle celebrazioni  e al "cortile aperto". Ma per l'occasione della domenica delle Palme c'è stato qualcosa di speciale, quest'anno.
La forania di Giugliano (che coinvolge tutte le parrocchie della città) ha organizzato per il 20 marzo la "locale" giornata mondiale della gioventù. Dopo numerosi incontri di preparazione, che ci hanno visti coinvolti direttamente, si è cercato di raggiungere i giovani giuglianesi là dove si trovano, la strada, il muretto, i gruppi...
L'itinerario proposto è stato una sorta di pellegrinaggio alla ricerca del 4° magio (che è un po' il simbolo della prossima GMG di Colonia) Così i gruppi giovanili si sono recati presso la chiesa di s.Giovanni, in mattinata, per attività di gruppo, la tappa successiva era la visita di uno stando presso lo Chalet e in serata un momento di adorazione presso la nostra cappella.
Qui da noi i giovani sono arrivati in processione, aperta dal gruppo degli scout, verso le 19. Poco prima era arrivato anche il nostro Vescovo, sua Ecc. Mons. Mario Milano, che ha dato il via alla festa finale, attorniato da almeno 200 giovani. Vederli tutti radunati sul piazzale, intorno al vescovo, aveva il sapore piacevole dell'incontro di famiglia. Questo incontro si è poi arricchito di un momento intenso nella cappella, perchè "eravamo tutti venuti per adorarlo"; tra canti, preghiere, simboli e riflessioni ci siamo impegnati a liberarci dei tanti idoli che spesso ci nascondono il vero Re.
Poi un momento quasi imprevisto di festa, intorno all'altare e i saluti, con la promessa, per qualcuno, di portare un po' di questo calore anche a Colonia, nella prossima estate. Come promesso a tutti gli amici che hanno partecipato a questo prezioso momento ecco anche una carrellata di foto della giornata.


auguri di buona Pasqua 2005pasqua 2005 - auguri
“Tu speranza non delusa, 
tu eterno stupore

della vittoria buona,
giardiniere della tua
e nostra resurrezione”


Con i più fraterni auguri di Buona Pasqua da parte di tutta la Comunità Marista-
(ci rivediamo a scuola giovedì 31 marzo - buone vacanze a tutti!)



foto di classeSi riparte ... dal fotofinish

Le vacanze di Pasqua sono appena concluse ed eccoci di nuovo al lavoro, consapevoli che da adesso fino alla fine dell'anno scolastico le iniziative, gli impegni e gli appuntamenti si moltiplicheranno e si faranno più "interessanti".
Si comincerà proprio subito, con l'importante appuntamento della cresima. Quest'anno ci saranno due gruppi, per consentire una celebrazione più raccolta e partecipata e il primo gruppo incontrerà il Vescovo nella serata di sabato 2 aprile. Già da giovedì la preparazione entrerà nel vivo, con le prove, gli spostamenti, il ritiro che i ragazzi vivranno nella mattinata di venerdì presso la casa del Pime... ce n'è abbastanza per ripartire alla grande
Proprio con un occhio di riguardo a questi impegni, nella settimana prima di Pasqua abbiamo realizzato anche le foto di classe, tutti gli alunni hanno posato per l'esigente obiettivo del fotografo e sotto l'attenta direzione del preside e del direttore didattico. Ci veniva voglia di fare anche delle foto meno... formali, ma visto che i ragazzi li abbiamo già tutti i giorni in classe e si comportano già in modo molto naturale, non ci sarebbe stato molto da aggiungere. Appena il fotografo ci manderà le copie definitive le metteremo anche sul sito per i nostri fans, visto che ormai abbiamo superato abbondantemente la soglia degli 8000 visitatori di queste pagine.
Altra informazione utile: il Comune di Giugliano ci comunica che ha ripreso la raccolta differenziata della carta. Crediamo che anche un piccolo gesto come quello di mettere la carta negli appositi raccoglitori o pulire e depositare il cartone della pizza nel bidone giusto  (soprattutto quando ci sono i gruppi del pomeriggio) sia già un piccolo atto di responsabilità. 
Una Giugliano migliore comincia da queste piccole cose...

La festa delle cresime la festa delle cresime

sabato 2 - Nonostante il clima molto particolare,  dovuto al continuo tam-tam di notizie sulla salute del Papa, sabato pomeriggio, come previsto, abbiamo vissuto un momento di festa gioiosa: la celebrazione delle Cresime.
Quest'anno le terze medie sono state suddivise in due gruppi per consentire a tutti una celebrazione più raccolta e tranquilla. E così, reduci dal giorno di ritiro del venerdì precedente, a partire dalle 17 il cortile della scuola ha iniziato ad animarsi, i parenti e gli amici hanno fatto capolino in chiesa e i cresimandi, veri protagonisti della giornata, si sono raccolti insieme. Verso le 18 l'assemblea era già tutta raccolta in chiesa, per provare i canti e per elevare al Signore la preghiera per il Papa, come stavano facendo nel medesimo istante, milioni di cristiani in tutto il mondo.
Il nostro Vescovo, Mons. Mario Milano,  ci ha giustamente fatto aspettare per poter ascoltare le ultime notizie sulla salute del Pontefice ma, anche se tutti eravamo in ansia, ha guidato la celebrazione con serenità e speranza.
Il soffio delo Spirito che ha ispirato Giovanni Paolo II ora diventa eredità di ogni cresimato. Auguri vivissimi a tutti quanti.

Appendice: per la seconda giornata
Sabato 9 aprile si è svolta la seconda celebrazione. Questa volta il vescovo non è potuto essere presente (era ancora impegnato a Roma dove era andato per i funerali del Papa); è venuto così il vicario, Mons. Paolo Dell'Aversana. La cerimonia si è svolta in un clima di vera festa e con molta partecipazione... e se lo dice fr. Pietro, che tanto si è prodigato per accompagnare i ragazzi lungo tutti i 3 anni del percorso formativo, vuol dire che veramente qualcosa è rimasto. Oltre ai 47 ragazzi hanno ricevuto la cresima anche alcuni catechisti. Un modo insolito ma sicuramente efficace per prepararsi alla confermazione.


Addio caro Papa

2 aprile 2005 - Mentre viviamo questi giorni di lutto e di dolore per la scomparsa di Giovanni Paolo II,  non dobbiamo dimenticare la speranza e la fede cristiana che ci aiutano a vedere in questo misterioso momento della storia un segno della grazia del Signore.
Non chiediamo al Signore perché ce lo ha tolto, diciamogli piuttosto "grazie" per avercelo donato.

Il Papa, come ha indicato lui stesso recentemente, è passato dalla vita alla Vita, ora è ancora di più nostro compagno di strada, fratello di ogni momento della nostra esistenza. E ci guida alla vita tutta intera.
Nella messa domenicale del 3 aprile abbiamo ascoltato, commossi, le parole di questa suggestiva canzone dedicata alla sua persona. Persona che impareremo a scoprire ancora meglio nei prossimi tempi.


Caro Papa

Caro Papa
caro papà
stenti a camminare
ma il tuo cuore corre veloce
e tu lo rincorri
anche senza fiato.

Fatichi a parlare
ma il tuo sguardo parla
e tu ti fai capire
come nessuno dalla gente.

Ogni guerra ha sentito
il tuo no possente
ogni ingiustizia sulla terra
ha trovato in te un nemico.

Continui a inginocchiarti
a chiedere perdono
pochi ancora rispondono
ma intanto tu non ti arrendi mai.

I giovani del mondo
non sono più soli
da quando hai gettato
il tuo cuore nel loro.

La storia si è fermata
davanti alle storie di tutti
che hai fatto tue
e che sempre racconteranno di te.

Caro Papa, caro papà,
amico e padre,
compagno di strada.

jp2


avviso messa per il papa10 aprile

la parola giusta è proprio quella che abbiamo trovato sulla copertina dell'Avvenire di questa domenica piovosa e grigia. "E' già nostalgia di lui".
Vi proponiamo perciò uno speciale reportage, realizzato dal Preside, fr. Pietro, che ha avuto l'opportunità di essere presente a Roma, per un convegno delle scuole cattoliche, proprio nel giorno del funerale
. A lui la parola...


8 aprile 2005 - ecco la cronaca della nostra

 messa per salutare Giovanni Paolo II

tutta la comunità della scuola marista, alunni insegnanti e collaboratori, si è raccolta in preghiera alle ore 9, per celebrare una santa messa; al termine della celebrazione le classi hanno seguito su maxi-schermo la trasmissione dei funerali del Papa.

Alcuni genitori e alunni sono riusciti in questi giorni a recarsi a Roma, nonostante i disagi, per rendere un estremo saluto alla salma del Pontefice. Il nostro Preside ci rappresenterà tutti a Roma partecipando a questo evento.




Benedetto XVI

19 aprile - Benvenuto caro Papa Benedetto XVI
"umile lavoratore della vigna del Signore"

Come tralci anche noi della stessa vigna vivremo insieme questa prossima stagione della Chiesa, che sarà la tua e la nostra, nel cammino sempre giovane
del popolo di Dio


mostra del libro18-26 la Mostra del libro

Anche questa domenica non sono mancate le attività presso la nostra scuola. Tanto per iniziare c'erano alcuni ragazzi del biennio "in meno", visto che con fr. Pietro e Gianluca erano andati  fino a S.Pietro Avellana per un week-end di riflessione e di incontro.
Poi, fin dal mattino presto, ancor prima della messa delle 8.30, la sala dell'atrio è stata occupata da dottori, infermieri e volontari dell'Avis, che si daranno convegno per la annuale raccolta di sangue. Il "bottino" della giornata? 48 flaconi.
Nel frattempo l'Aula Magna brulicava di cantori e di giovani del gruppo di Rinnovamento dello Spirito: nel pomeriggio è giunto, per un breve incontro, anche il Vescovo...
Come se non bastasse, a cavallo della messa delle 11 è iniziato il nuovo campionato di calcetto dei ragazzi del quartiere.

Sarà per questo che il Direttore delle elementari ha pensato bene di non restare con le mani in mano e, senza far troppo rumore, ha dato il via alla Mostra del libro, che resterà aperta alla visita delle classi elementari per tutta questa settimana. Altre informazioni le potete trovare sulla circolare relativa.

Settimana vocazionale e Mostra Champagnat

settimana vocazionale26-30 aprile - Settimana piena, anzi, pienissima, quasi per ricordarci che le prossime saranno... sicuramente  ancora più intense!

Abbiamo vissuto in questi giorni la nostra settimana vocazionale marista, un'occasione importante per dare a tutti i ragazzi delle medie e delle elementari (almeno ai più grandi di 4 e 5) alcuni flash su san Marcellino e sulla vita dei suoi Fratelli Maristi che ancora oggi portano avanti il suo sogno e il suo progetto.
Sono stati con noi i fratelli Marco e Pencho (un verdadero hermano marista de España) che in Italia si occupano proprio di animare i gruppi e le classi su questi temi impegnativi.
Hanno radunato tutte le classi mostrando filmati e documentari sulla vita marista oggi e, con una mostra allestita a tempo di record nel salone dell'atrio, ne hanno illustrato i vari campi di attività. Qualcuno potrebbe pensare che i ragazzi, qui a Giugliano, già conoscono bene i maristi, eppure... sono uscite fuori frasi del tipo "San Marcellino è il fondatore della Chiesa", oppure domande folli del tipo "come si chiama la moglie del Preside? ma perché fr. Pietro si  è fatto prete...?" segno che alcuni aspetti importanti della vita marista non sono poi così ben conosciuti. Speriamo che da oggi in poi le cose siano più chiare.
E poi sabato 30 aprile, alle ore 18, c'è stata la festa-spettacolo preparata dagli alunni di terza. Ma questa cronaca la stiamo ancora preparando insieme ai ragazzi...


30 aprile - si parla della nostra scuola

Sul numero de L'Articolo del 30 aprile troviamo un articolo che parla della nostra scuola e... di qualcuno che ben conoscete. La "scusa" era quella di celebrare i 25 anni dalla scomparsa dello scrittore Gianni Rodari, ma sotto sotto lo scopo era quello di "fare gli auguri" di buon onomastico a fr. Giorgio Diamanti. Potete leggere l'articolo sulla pagina del nostro archivio.

maggio

gita a paestumil mese delle gite, della festa della mamma, di Maria, delle prime comunioni... chi più ne ha più ne metta.
Partiamo allora con calma, senza fare indigestione di attività
Le prime medie hanno appena vissuto una splendida giornata, martedì 3, in visita culturale a Paestum. Camminare tra le rovine imponenti di questi magnifici templi, toccare quasi con mano l'eredità che ci arriva da oltre 2000 anni fa, se ci obbliga a sentirci piccoli ci aiuta anche ad apprezzare le tante "eredità" che abbiamo ricevuto.
Godetevi la carrellata di foto della loro gita.
Intanto abbiamo allestito una rassegna fotografica sullo spettacolo di solidarietà che gli alunni di terza media hanno preparato e presentato al pubblico della scuola sabato 30 aprile. A conclusione delle varie iniziative daremo anche un resoconto di quanto è stato raccolto per venire incontro alle necessità delle scuole mariste del sud-est asiatico colpite a dicembre dal terribile tsunami.
E poi sabato 8 ci sono state anche le prime comunioni della classe 4 A...
Ricordiamo inoltre ai genitori della scuola elementare che è in arrivo una circolare con alcune richieste che ci serviranno per poter allestire nel prossimo anno un miglior servizio mensa. La trovate anche nella sezione delle circolari.

volo dell'angelo

16 maggio - festa dela Madonna della Pace

Qualcuno dirà che a Giugliano di feste patronali se ne fanno addirittura due, ma visto che una è dedicata alla "Buona Madre" per noi maristi è la benvenuta. In questi giorni la città è tutta in subbuglio, la Piazza dell'Annunziata un tripudio di pali, luci e addobbi. Il giorno della festa si assiste al tradizionale "volo dell'angelo", insomma, fede, folclore, colore locale, tutto insieme.
Per noi a scuola sta iniziando anche la settimana dedicata a san Marcellino e quindi una sottolineatura mariana è proprio quello che ci vuole.

Intanto anche le seconde medie sono andate a rinfrescarsi un po' le idee (e non solo quelle) nel giardino della splendida Villa d'Este, presso Tivoli, per poi concludere la loro gita nei campi sportivi della scuola marista del San Leone Magno, a Prato Lauro. Vedere quei campi in erba così vasti e spettacolari ha fatto subito venire voglia di provarli... ma qualcuno non aveva fatto i conti con il fiato. Altro che campetti a 5 o a 7; dopo la prima partita qualcuno era già sistemato per le feste, costretto a riprendere un po' di forze a bordo campo.
Rifatevi gli occhi anche voi con le foto di questa bella giornata.



19 maggio - ma che splendida Roma...
Gita delle terze medie - I ragazzi di terza per una volta si sono svegliat all'alba (quasi tutti... vero?). Lasciamo Giugliano con il saluto di qualche goccia di pioggia, ma giungiamo rapidamente a Roma dove ci attende una splendida giornata di sole. Visitiamo Castel Sant'Angelo, percorriamo la Via della Conciliazione e ci ritroviamo proprio nel bel mezzo della splendida piazza San Pietro. Riusciamo a visitare anche la tomba di Giovanni Paolo II (non potevamo certo mancare a questo appuntamento!) e l'interno dell''immensa basilica vaticana. Prima di tornare a casa un giro turistico "by day" tra i principali monumenti di Roma: il Colosseo, l'Arco di Costantitno, il Foro, Piazza Venezia... e poi si parte, alla volta di Giugliano, che ovviamente ritroviamo ... con la pioggia! Si vede proprio che il bel tempo viaggia con noi. Se non ci credete provate a guardare le nostre belle facce sulle altrettanto belle foto...

trofeo champagnat


21 maggio - gare Champagnat

Ed eccoci finalmente al Trofeo Champagnat 2005, e con tanto di coppa!
Ormai lo sappiamo già tutti, ha vinto la sezione C e vi assicuriamo che se la sono proprio meritata, ma complimenti anche a tutti gli altri.
La giornata è iniziata con un momento di festa, vissuto da tutta la scuola insieme, celebrando una s. messa in onore di Marcellino. Poi sono iniziati i giochi. La novità di quest'anno è stata proprio quella di sommare le vittorie di tutte le classi e poi attribuire alla sezione con il punteggio più alto una splendida coppa. In questo modo si è premiato l'impegno e la sportività di tutti.

Anche di questa giornata trovate una splendida carrellata di foto. Buona visione a tutti

20 maggio - tanti auguri Marcellino!
Se Marcellino Champagnat fosse ancora qui avrebbe esattamente... (ok, vediamo il primo che ci comunicherà con una mail gli anni
esatti di Marcellino oggi!). Ma siamo sicuri che nonostante tutto il sogno di san Marcellino Champagnat non si è per niente appannato e, come dice la canzone che abbiamo imparato proprio in questi giorni, "tu seràs hoy Champagnat"...


sabato 21

Intanto ci rallegriamo ancora con la sezione C per la conquista del Trofeo Champagnat; ora che vi siete riposati potete andare tutti quanti a guardare le splendide foto di sabato scorso. L'unico guaio è che certi sport sono un po' contagiosi e non solo spopolano alle medie,ma contagiano anche i piccoli. Provate un po' a guardare che cosa combinano quegli sfegatati delle elementari... (lo possiamo ben dire, visto che si trattava di una partita... del cuore!)

24 - risultato della campagna di solidarietà 2005 pro Tsunamibolettino x tsunami

Abbiamo aspettato anche la conclusione delle prime comunioni per comunicare a tutti quanti il risultato del nostro impegno solidale a favore delle popolazioni colpite dallo Tsunami. Il nostro ringraziamento va quindi a tutti coloro che si sono dati da fare. Come vedete dal bollettino abbiamo appena inviato all'amministrazione marista il totale delle nostre raccolte. Per la precisione (anche se alcune offerte continuano ad arrivare) questi 1900 € sono così giustificati.

Ricordiamo ai genitori che è stata distribuita a tutti gli alunni la circolare amministrativa di fine anno


locandina teatro

su il sipario - si va in scena!
inizia la stagione del nostro teatro

Dopo mesi e mesi di prove, ore e ore di recitazione, minuti e minuti di gorgheggi al microfono, finalmente ci siamo. Sta per iniziare la stagione teatrale dei Fratelli Maristi. Sulle assi del nostro palco (ancora grazie fr. Marino per il tempo che gli hai dedicato, ben sapendo che ce ne vorrà ancora!) si esibiranno un bel numero di attori, ballerine, cantanti, voci soliste.

Per comodità riportiamo  le diverse rappresentazioni.

(le trovate anche nel nostro calendario)

piccoli cerchi (olimpici) cercasi

mini olimpiadi delle medieSabato 28 - le prime medie concludono alla grande l’unità di apprendimento sulle olimpiadi, con tanto di sfilata dei 5 continenti al suono dei rispettivi inni nazionali, coreografie e accensione della fiaccola olimpica.
I risultati hanno premiato l’Africa come vincitrice dei giochi olimpici. Lo stesso continente si è aggiudicato la coppa anche per il calcio e il basket, mentre l’Asia ha vinto il torneo di pallamano e palla prigioniera.
Ma tutti hanno avuto la soddisfazione di una medaglia di partecipazione.
A breve... le foto dell’avvenimento

E nel frattempo i bambini delle elementari, dopo una 'massacrante' maratona (4 passi al centro) e una splendida insolazione sugli spalti dello stadio De Cristofaro festeggiavano anche loro una giornata tutta a base di sport, calcio e solidarietà.



Visita a Montecitorio

le 3 medie a Roma, in visita a MontecitorioMartedì 31 maggio: grande giorno per gli alunni di terza media. La selezione operata nella settimana precedente, tramite un test sui vari argomenti relativi all'educazione alla cittadinanza, ha permesso di valutare la preparazione e l'interesse degli alunni. Di ogni classe sono stati "premiati" così i primi 16 classificati, dato che la visita alla sede del Parlamento poteva essere effettuata da un massiom di 50 alunni.
Siamo quindi partiti, insieme ai docenti di lettere, al Preside e al nostro Segretario, Giandomenico, subito dopo le lezioni di martedì.
Arrivati a Roma giusto in tempo (tra l'altro era anche giorno di sciopero dei mezzi pubblici) ci siamo diretti da Piazza Venezia fino alla sede di Montecitorio, dove un funzionario del Parlamento ci ha presi in consegna e ci ha illustrato in modo esauriente e chiaro il funzionamento del Parlamento, i vari ambienti, le tane curiositèà, la storia e l'arte... rispondendo anche a tutte le nostre domande su questo particolarissimo luogo della politica italiana.
Da oggi sentire quei termini un po' strani "transatlantico, onorevole, seduta, commissione..." suonerà un po' più familiare!



giugno

sabato 4 giugno: anche oggi grande giornata, soprattutto per i bambini delle elementari, che hanno festeggiato San Marcellino con i loro giochi Champagnat.il teatro delle elementari
Abbiamo iniziato la giornata con il momento di festa e di preghiera, vivendo la messa insieme dedicata a san Marcellino. Sotto il porticato si stava proprio bene, ma si direbbe che l'estate voglia arrivare tutta d'un colpo. E siccome un po' di tiepido si iniziava già a sentire alla fine della messa... ecco cosa ha "inventato" il Direttore didattico!
Fa toppo caldo a scuola? E noi ce ne andiamo a giocare sul campo comunale di Giugliano..., quella bella distesa di polvere e terra che si trova proprio a ridosso della scuola... ma niente paura, una bella innaffiata e righe nuove di calce hanno accolto i nostri piccoli campioni.
I tornei si sono svolti a pieno ritmo, sotto l'occhio di maestri e animatori, così alla fine della mattinata le squadre che hanno vinto, sbandierando i loro trofei,  hanno ripreso la strada di casa (poco sforzo, bastava girare l'angolo!). Ma non era certo finita, visto che la stagione teatrale è ancora in pieno svolgimento, così nel pomeriggio, mentre il palco risuonava ancora dei canti e delle scene dell'Arca di Noè e del "Verde è vita"  è toccato alla seconda elementare A deliziare il pubblico con le sue "Sette Note". Complimenti a tutti...

una scena del teatro delle mediesu il sipario, tutti in scena

sabato 11 giugno: ufficialmente oggi era l'ultimo giorno di scuola, anche se gli alunni hanno salutato le classi (e viceversa) già da giovedì 9.
Come tutte le cose importanti e belle siamo giunti anche noi alla conclusione di questo anno scolastico. Forse l'emozione delle tante rappresentazioni teatrali ha fatto passare un po' in secondo piano i compiti, le lezioni, gli ultimi sforzi per recuperare qualche giudizio... ma niente paura:potete sempre godervi la rassegna di foto del teatro per piccoli e grandi.
Perché in effetti tutte le rappresentazioni hanno dimostrato quanto impegno, passione e lavoro si può fare quando il traguardo è ben visibile e importante. Complimenti a tutti, agli insegnanti che hanno dedicato tempo e fantasia, agli alunni che per una mezz'ora di palco si sono sobbarcati ore e ore di prove, senza dimenticare le preziose persone che, senza tanto chiasso, si sono prodigate perché  tutto andasse per il meglio (il nostro tecnico Massimo e la sua collaboratrice, Beatrice, il tuttofare fr. Marino, la bidella...).
Ma le sorprese non sono ancora finite, visto che la 5 elementare B è stata richiamata sulle scene il giorno 16 giugno, presso il teatrino della scuola del Campo.

ecco le foto delle varie rappresentazioni teatrali  scuola elementare - scuola media

sono finiti gli esami della 3 media

esami delle terzeDopo la fatica di un anno di scuola ecco finalmente gli alunni di terza alle prese con il traguardo: gli esami. Un po' di strizza, di ansia e di timore si vedono ancora serpeggiare tra i ragazzi. Ed è comprensibile, soprattutto adesso che l'esame di terza rimane l'unica vera "sfida" un po' seria che i ragazzi incontrano sul loro percorso scolastico. Ma chi ha ben lavorato finora conclude semplicemente una "passeggiata".
Gli scritti si sono svolti la scorsa settimana (mercoledì 15 la prova di italiano, il giorno dopo inglese e poi venerdì 17 matematica), con il lunedì 20 sono iniziati gli orali, secondo questo calendario. il tutto si concluderà il giorno martedì 28, in seguito verranno pubblicati i risultati.
Intanto si raccolgono altri frutti.

5 elementare  Nei giorni dal 21 al 23 giugno gli alunni delle 2 quinte elementari hanno vissuto una esperienza diversa dal solito: non proprio un campo e nemmeno una semplice gita: un "viaggio" alla volta di Roma, Assisi, Frasassi... Aspetteremo il loro reportage.

E ci fa piacere presentare un lavoro molto concreto, pur nella sua semplicità, realizzato negli ultimi giorni di scuola dagli alunni della terza b. - Progetto Belforte - Si tratta di un progetto svolto in collaborazione con una scuola di Napoli e legato alla comunicazione (quindi in piena sintonia con i temi dell'esame). Di che si tratta? Gli alunni di Napoli (anzi, le alunne!) hanno inventato delle fiabe e i nostri ragazzi le hanno semplicemente "pubblicate" sul web, impratichendosi quindi della pratica dei links, della grafica, dell'impaginazione. Il risultato lo potete vedere voi stessi cliccando qui, e potete star sicuri che, dai disegni alle scelte cromatiche e di impaginazione,  è tutto opera dei ragazzi.

sono già disponibili gli elenchi dei libri di testo per il prossimo anno: 2005-06


21-23 giugno - Le due classi quinte elementari hanno concluso il loro iter scolastico con una 3 giorni di vita insieme. Ecco il loro viaggio finale, ai confini della cuola media.

reportage dal campo delle prime medie
campo estivo delle prime medie25 giugno - 1 luglio - ecco in bella posa tutti i partecipanti del primo campo dell'anno. Siamo nelle splendide montagne del Molise, nella zona di San Pietro Avellana; come vedete i ragazzi son un bel mucchio (48!), 8 animatori, Felice e l'inossidabile fr. Pietro (auguri!) che guida la barca dove il buon Giona sta scoprendo cose insolite. Usare come temaper un campo in montagna la parabola di Giona è già una bella sfida, ma per i ragazzi non è stato difficile cogliere il nocciolo del discorso. E poi, tra gite, giochi e acquazzoni rinfrescanti, i giorno volano via.
Senza altre parole lasciamo allora parlare le immagini: prati, erba, fresco, acqua (!) sole (!!!), i tratturi, i sentieri nelle riserve dell'Unesco (ma ci pensate? qui ci sono tra i boschi più belli di tutta Europa), i cavalli, i fiori... bene, basta parole.


esami di terza media - il tabellone dei risultati viene esposto dal 29 giugno (ma... niente paura, forse a causa della recessione, tutti gli alunni risultano "licenziati"). Il Certificato degli Esami si potrà ritirare nei giorni di venerdì e sabato, dalle ore 9 alle 12

è partito il centro estivo "Accogliamo i Ragazzi"

centro estivoLunedì 4 luglio, presso la nostra scuola, in collaborazione con il Comune di Giugliano, è iniziato il centro estivo "Accogliamo i ragazzi". Di che si tratta? Tre pomeriggi alla settimana, dal 4 luglio fino a metà agosto, si apriranno i cancelli della scuola per offrire ai bambini del quartiere e del centro di Giugliano, spazi di aggregazione, di giochi, di incontri, attività varie, musica, dance, tornei, bans, laboratori di attività manuali…Per chi vuole saperne di più ... ecco altre informazioni.



il campo del biennio

campo del biennio1-6 luglio - E anche il campo del Biennio è finito, come tutte le cose belle. All'inizio non ci credevano in molti, anzi, non ci credevamo proproi che fosse possibile...

Il solo pensiero di mettere insieme una banda di 38 ragazzi e ragazze dai 15 ai 17 anni è un'idea che sconfina con la follia e la speranza. Ma come vedere la speranza ha preso il sopravvento...

Così siamo partiti per questi giorni vissuti a Pescopennataro, un paese del Molise che pullula di vita... ci sono ben 2 bambini nella fascia della scuola elementare!!! Ma noi ci siamo stati benissimo, in mezzo a questo verde e quest'aria pura che da noi, a Giugliano, sono solo un sogno.. 

Abbiamo vissuto giorni felici di amicizia, sui passi del Piccolo Principe, perché... l'essenziale è invisibile agli occhi, vero?. Allora guardate con gli occhi del cuore, queste immagini, ok?

gli altri campi 2 e 3 medie

2e medie - I nostri ragazzi si sono trovati nel paesino di Mormanno, alle falde del monte Pollino, in Calabria, dal 9 al 15 luglio. C'erano 49 ragazzi e 10 tra animatori e responsabili (con la famiglia Speranza al completo). I ragazzi sono tornati entusiasti e la prima cosa che hanno detto è stata quella di preparare un piccolo giornalino di questa esperienza.
Nell'attesa di leggere qualcosa di più..., godetevi intanto  queste foto.

3e medie, E concludiamo in bellezza con i "vecchi" della scuola. La località prescelta era l'incantevole casa dei salesiani in Valdicanneto, una zona di montagna vicina a Settefrati (FR). Tanto per citare illustri precedenti, proprio in questa stessa casa alcuni anni fa aveva passato qualche giorno di vacanza persino il papa Giovanni Paolo II (la cascata della foto era comparsa su diversi giornali). Cosa pretendere di più? Boschi, verde, cascate, aria fresca, acqua (anche un po' di pioggia nei primi giorni).
Date un po' un'occhiata ai nostri ricordi e alle nostre foto.

ragazzi del centro diurnoConclusione del centro diurno -

presso la nostra scuola, in collaborazione con il Comune di Giugliano, è iniziato il centro estivo "Accogliamo i ragazzi". Di che si tratta? Tre pomeriggi alla settimana, dal 4 luglio fino a metà agosto, si apriranno i cancelli della scuola per offrire ai bambini del quartiere e del centro di Giugliano, in particolar modo ai bambini che già sono in contatto con i Servizi Sociali del Comune,  spazi di aggregazione, di gioco, di incontri, attività varie, musica, danza, tornei, bans, laboratori di attività manuali… Siamo partiti il primo giorno con 7 bambini, la volta successiva erano già 24 e poi la media si è attestata sui 40 partecipanti. Per altre informazioni e per conoscere un po' le attività che si stanno svolgendo...  cliccate qui.




a grande richiesta CD-Estate2005  - Abbiamo preparato uno splendido CD con tutte le foto dei campi (almeno, quelle che siamo riusciti a raccogliere!); se siete fortunati potete chiederne una copia a chi già ce l'ha (ad esempio gli animatori...). Se invece amate il rischio provate pure a chiedere a qualcuno dei fratelli che trovate ancora presso la scuola in questi giorni.